WhatsApp +39 348 4731223 info@tbizart.com

Marshmoff, Salt, Coco sono alcuni dei gatti neri che hanno fatto parte della vita di artisti come John Lennon, Frank Zappa e Patti Smith.

frank-zappa-gatto-nero-chat-noir-tbizart

Per secoli nelle credenze popolari tramandate, il gatto nero era simbolo di sventura e stregoneria e suscitava nelle persone paura e cattiveria. Tuttavia, sebbene ancora oggi in molte culture il gatto nero è sinonimo di cattivo presagio, i tempi sono cambiati e in alcuni stati come nel Regno Unito l’arrivo di un gatto nero alla porta di casa è segnale di prosperità.

gatto-nero-chat-noir-tbizart

groucho-marx-gatto-nero-chat-noir-tbizart

Il rapporto tra felini e arte è sempre stato molto forte, il gatto nero con la sua indipendenza e quell’aura di mistero ha affascinato musicisti, attori e personaggi dello showbiz.

patti-smith-gatto-nero-chat-noir-tbizart

matisse-gatto-nero-chat-noir-tbizart

Il primo locale di cabaret e di ritrovo per gli artisti di fine 800 si chiamava Le Chat Noir e sulla locandina disegnata da Toulouse-Lautrec c’era disegnato un gatto nero. Il connubio artista – gatto nero annovera molti cantanti come John Lennon che insieme alla moglie Yoko Ono possedeva dieci gatti, tra cui uno nero di nome Salt e uno bianco chiamato Pepper, Patti Smith e Frank Zappa che aveva un gatto nero di nome Marshmoff. Tra gli attori Marlon Brando, Groucho Marx e Brigitte Bardot.

yoko-ono-john-lennon-gatto-nero-chat-noir-tbizart

marlon-brando-gatto-nero-chat-noir-tbizart

Un’eccezione per un uomo che si distingueva sempre, anche per la scelta del felino, Salvador Dalì con il suo ocelot Babou.

Salvador-Dali-gatto-ocelot-tbizart

Il fascino del gatto nero lo subiscono tutti e molti scelgono questa piccola pantera come amico, compagno di vita e in molti casi d’arte.

Commenta anche tu

commenta anche tu

Share This

Share This

Share this post with your friends!