WhatsApp +39 348 4731223 info@tbizart.com

“Ci vuole molto tempo per diventare giovani” P. PicassoTBizArt lavora proprio su questo concetto. Noi nasciamo, impariamo e costruiamo una personalità che si rispecchia nella società e nei ruoli che ci vengono dati. La domanda è: cosa impariamo? Impariamo dai nostri genitori l’educazione, dalla scuola, poi più tardi, gli insegnamenti accademici e così via. Ma tutto questo è vecchio perché si riferisce a un mondo già stato, vissuto da chi comunica valori ma anche gusto e critica.

 “Ci vuole tempo per diventare giovani” e Pablo Picasso è un esempio di chi ha, con il tempo, superato la cultura accademica, le imposizioni stilistiche e di gusto del tempo e ha imparato a seguire un sé stesso inedito fuori dalle convenzioni, da ciò che è stato, segnando come molti altri artisti tendenze e culture.

Un aneddoto famoso racconta di un bambino che chiese a Federico Fellini come potrà un giorno diventare un grande regista come lui e la risposta fu “Rimani così come sei”.  La curiosità, l’immaginazione, la scoperta, il gioco è il nuovo quindi il giovane. L’inedito è la predisposizione degli uomini a immaginare qualcosa di diverso per sé stessi e per gli altri, è la scoperta, l’interpretazione, l’unicità, l’evoluzione e in definitiva è saper disegnare un futuro possibile. Sembra questa la caratteristica di tutti gli artisti che hanno collaborato a creare il gusto, l’etica e la cultura ma non solo, anche la scienza e le rivoluzioni partano sempre da queste capacità e dalla lotta con una visione immobile di ciò che è stato. Una giovinezza scoperta nella proposta nuova, a volte criticata febbrilmente da molti che si sentono protetti da un mondo che non deve cambiare. La critica è la bussola che indica la strada giusta, quella da seguire, perché là c’è l’evoluzione di noi stessi e di ciò che possiamo lasciare in questo mondo.

Commenta anche tu

commenta anche tu

Share This

Share This

Share this post with your friends!